Ricovero ospedaliero: garanzie per l'utente degente

 

ATTIVITÀ ASSISTENZIALI

  • ai casi urgenti è accordata priorità
  • i ricoveri sono programmati secondo criteri descritti nel registro prenotazioni a garanzia della trasparenza dei comportamenti della struttura
  • si ha il diritto di richiedere alla Direzione Medica di Presidio la verifica del rispetto dei criteri definiti per la messa in lista
  • al momento della chiamata per il ricovero verranno fornite informazioni relative a:
    • reparto e percorso per raggiungerlo
    • durata prevista del ricovero
    • effetti personali necessari
    • collocazione ufficio cui rivolgersi per l’accettazione del ricovero
  • al momento del ricovero viene consegnata la scheda di accoglienza del reparto con riferimento e informazioni utili nell'immediato
  • utente e/o persona dallo stesso indicata devono essere informati tramite colloquio con il medico prima del trattamento e prima della dimissione. Ulteriori colloqui garantiranno le informazioni sui trattamenti in atto e l’andamento clinico
  • ogni utente deve avere un piano di cura e di assistenza anche come risposta ai bisgni specifici di assistenza infermieristicate verificato negli effetti
  • se il piano di cura richiede un intervento chirurgico o una procedura invasiva, l’utente riceverà adeguate informazioni in modo tale da poter fornire il consenso scritto che gli verrà richiesto
  • qualora, in via eccezionale un intervento dovesse essere posticipato, all’utente verrà spiegato il motivo del rinvio e definita nuova data
     

SUPERAMENTO DELLE BARRIERE LINGUISTICHE

  • La Direzione aziendale per affrontare la problematica delle barriere linguistiche con l'utenza straniera, riguardante la "lingua" e la qualità dei conseguenti processi comunicativi ha costituito un team "S.O.S. Multilingue" con la finalità di traduzione e di mediazione culturale, per l'utenza straniera.
  • L'iniziativa è avviata da maggio 2007 con un'attività regolamentata da specifico protocollo operativo.

SERVIZIO RISTORAZIONE

L'alimentazione è parte integrante del progetto di cura. Al momento del ricovero il paziente viene valutato e vine definito il tipo di alimentazione più adeguato. La ristorazione prevede:

  • menù di base o dieta libera: destinata a tutti coloro che non presentano particolari problematiche dietetico nutrizionali
  • menù dietetico o dieta standard: destinata a pazienti con specifiche patologie dieta-correlate che fanno riferimento a schemi dietetici predeterminati negli apporti
  • diete speciali personalizzate: formulate individualmente per ogni singolo paziente con fabbisogni particolari o problematiche nutrizionale complesse, per cui non è possibile l'utilizzo di diete standard, né di menù predeterminati
  • All'utente è possibile scegliere quotidianamente fra i diversi menù. Il menù proposto tiene conto della stagionalità (estivo ed invernale) ed è a rotazione di quattro settimane. Il menù di base è esposto in ogni stanza di degenza
  • Il Servizio Dietetico terrà conto di ogni segnalazione relativa al grado di soddisfazione espresso dagli utenti relativamente a: igiene, temperatura e distribuzione dei pasti, e a reclami inoltrati
     

ACCESSO ALL’OSPEDALE A PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI

È garantita la disponibilità di sedie a rotelle nei punti di accesso dell’ospedale, sono disponibili servizi igienici idonei per l’utilizzo da parte di persone con handicap fisico.
 

SICUREZZA

  • l’Azienda Ospedaliera ha attivato un Servizio per la prevenzione e la protezione dei lavoratori e dei pazienti secondo quanto previsto dal D.Lgs n. 81/2008
  • è garantita la messa in atto di procedure per la sorveglianza e la prevenzione dei rischi principali previsti dalla normativa
     

DIMISSIONE DAL RICOVERO OSPEDALIERO

  • la lettera di dimissione, datata e firmata deve contenere tutte le informazioni relative al ricovero sufficienti e necessarie a garantire la continuità assistenziale
  • Il/La Capo Sala o in sua assenza l'infermiera di turno nel caso in cui la persona dopo la dimissione necessiti di ulteriori cure (assistenza domiciliare, riabilitazione, ...) è responsabile dell’attivazione del collegamento fra il paziente e i suoi familiari ed il personale che si farà carico dell’utente stesso, e dalla verifica che siano state attuate indicazioni appropriate per la dimissione protetta
     

GARANZIE PER IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE

  • il medico dell’ospedale, nel prescrivere medicinali, deve tener conto di eventuali oggettivi problemi da parte del paziente ad ottenere la prescrizione sul ricettario regionale del medico di Medicina Generale (es. dimissione di Sabato), in questi casi dovrà compilare egli stesso la prescrizione sul ricettario regionale
  • qualora si renda necessaria la prescrizione di farmaci a totale carico del paziente, oltre a garantire una preventiva valutazione delle alternative possibili, il paziente verrà correttamente informato
  • al paziente in dimissione, con diagnosi relativa a patologia che dà diritto all'esenzione, viene consegnato apposito modulo compilato dallo Specialista, per il proseguo della pratica c/o ATS

Data ultima modifica a questa pagina: 16/08/2017 - Funzione aziendale responsabile della pubblicazione: Ufficio relazioni con il pubblico