Vaccinazioni per gli adulti e per persone di specifiche categorie di rischio

 

VACCINAZIONI CONSIGLIATE

 

Vaccinazione antitetanica

È importante che tutta la popolazione, indipendentemente dal lavoro svolto, sia “coperta” dalla vaccinazione antitetanica. Il richiamo si effettua ogni 10 anni.

 

Vaccinazione antidifterica e antipertossica

Mantenere un alto numero di soggetti anche adulti vaccinati contro la difterite permette di evitare possibili epidemie come si è verificato anche recentemente nei paesi dell’est dell’Europa.

Esiste un vaccino contro difterite e tetano (vaccino dT) che, per la sua formulazione, è utilizzato per proteggere adulti o bambini al di sopra dei sette anni raccomandato anche nell’occasione dei richiami di antitetanica per rafforzare contemporaneamente le difese immunitarie contro il tetano e la difterite.

E’ consigliata, in base alle indicazioni ministeriali, la vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse nella formulazione per adulti.

 

Vaccinazione Antinfluenzale

La vaccinazione contro l’influenza è fortemente raccomandata per tutti i soggetti di età superiore ai 64 anni e per le persone con più di sei mesi di vita affette da alcune patologie (es. diabete, malattie croniche polmonari, renali, ecc.)

 

 

VACCINAZIONI IN CO-PAGAMENTO

 

Oltre alle vaccinazioni previste dal Piano Regionale di Prevenzione Vaccinale (PRPV) è possibile per un cittadino, ai fini della prevenzione individuale, rivolgersi al Centro vaccinale per l'attivazione dell'offerta in co-pagamento, per ottenere le vaccinazioni non comprese nell'offerta gratuita prevista dai Livelli Essenziali di Assistenza (calendario vaccinale e offerta per le categorie a rischio).

Il costo complessivo delle vaccinazioni offerte in co-pagamento (vedi elenco) è dato dal prezzo del vaccino, come aggiudicato nell'ultima convenzione centralizzata (ARCA) comprensivo di IVA al 10%, e dal costo dovuto per la sua somministrazione.

 

 

 

VACCINAZIONI PER SPECIFICHE CATEGORIE A RISCHIO:

 

ANTI PNEUMOCOCCO

A chi è consigliata?

Soggetti dall' età > a 2 mesi, in soggetti affetti da condizioni di rischio e nei soggetti di 65 anni di età.

 

Condizioni di rischio:

  • Cardiopatie croniche

  • Malattie polmonari croniche

  • Diabete Mellito

  • Epatopatie croniche, inclusa la cirrosi epatica e le epatopatie croniche evolutive da alcool

  • Alcoolismo cronico

     

  • Soggetti con perdite liquorali da traumi o intervento

  • Presenza di impianto cocleare

  • Emoglobinopatie quali anemia falciforme e talassemia

  • Immunodeficienze congenite o acquisite

  • Infezione da HIV

  • Condizioni di asplenia anatomica o funzionale e pazienti candidati alla splenectomia

  • Patologie onco-ematologiche (leucemie, linfomi e mieloma multiplo)

  • Neoplasie maligne

  • Trapianto d’organo o di midollo

  • Patologie richiedenti un trattamento immunosoppressivo a lungo termine

  • Insufficienza renale/surrenalica cronica

 

 

 

 

ANTI MENINGOCOCCO

A chi è consigliata?

  • Antimeningococco B
    Soggetti di età superiore a 2 mesi affetti da condizioni di rischio fino a 65 anni di età

     

  • Antimeningococco A-C-W135-Y coniugato
    Soggetti di età superiore a 2 mesi affetti da condizioni di rischio

     

    Condizioni di rischio:

  • Emoglobinopatie quali talassemia e anemia falciforme

  • Asplenia funzionale o anatomica e candidati alla splenectomia in elezione *

  • Immunodepressione congenita o acquisita (in particolare in caso di trapianto d’organo, terapia antineoplastica o terapia sistemica corticosteroidea ad alte dosi)

  • Diabete mellito di tipo 1

  • Insufficienza renale/surrenalica cronica

  • Infezione da HIV

  • Epatopatie croniche gravi

  • Perdite di liquido cerebrospinale da traumi o intervento

  • Difetti congeniti del complemento (C5 – C9)*

  • Difetti dei Toll like receptors di tipo 4

  • Difetti della properdina

  • Conviventi dei soggetti a rischio in presenza di immunodepressione di grado severo con particolare riferimento a

    • -Condizioni di grave immuno-depressione

    • -Soggetti con AIDS o altre manifestazioni cliniche dell’infezione da HIV

    • -Soggetti affetti da neoplasie che possono alterare i meccanismi immunitari

    • -Soggetti con deficit dell’immunità cellulare

    • -Soggetti con disgammaglobulinemia o ipogammaglobulinemia

 

 

ANTI VARICELLA

A chi è consigliata?

Soggetti suscettibili di età superiore a 12 mesi a rischio e a particolari gruppi di soggetti sani

 

Condizioni di rischio:

  • Leucemia linfatica acuta in remissione, a distanza di almeno tre mesi dal termine dell’ultimo ciclo di chemioterapia e con parametri immunologici compatibili

  • Insufficienza renale/surrenalica cronica

  • Soggetti in attesa di trapianto d’organo

  • Infezione da HIV senza segni di immunodeficienza e con una proporzione di CD4 200/mL

  • Diabete

  • Malattie polmonari croniche

  • Alcoolismo cronico

  • Asplenia anatomica o funzionale e candidati alla splenectomia

  • Deficienza terminale del complemento

  • Epatopatie croniche

  • Soggetti riceventi fattori della coagulazione concentrati

  • Soggetti affetti da patologie del motoneurone

  • Soggetti destinati a terapia immunosoppressiva

     

    Si raccomanda la vaccinazione di soggetti suscettibili conviventi con persone affette da immunodepressione severa, allo scopo di proteggere al meglio questi soggetti ad elevato rischio, in quanto per essi non è raccomandata la somministrazione di vaccini vivi attenuati.

    Di seguito le categorie ascrivibili alla classe di “severità” di immunodepressione:

    • Soggetti con AIDS o altre manifestazioni cliniche dell’infezione da HIV

    • Soggetti affetti da neoplasie che possono alterare i meccanismi immunitari

    • Soggetti con deficit dell’immunità cellulare

    • Soggetti con disgammaglobulinemia o ipogammaglobulinemia

    • Soggetti in terapia immunosoppressiva a lungo termine

     

    La condizione di suscettibilità viene definita in base al ricordo anamnestico di pregressa malattia, senza necessità di test sierologici di conferma.

    Inoltre la vaccinazione è indicata nei soggetti suscettibili conviventi con gravide o puerpere.

     

    La vaccinazione è inoltre disponibile ai seguenti soggetti con anamnesi negativa per varicella:

  • Bambini ed adolescenti al di fuori delle coorti in convocazione

  • Donne in età fertile

  • Personale scolastico e delle comunità infantili

  • Operatori sanitari

  • Contatti adulti di casi di varicella (max entro 5 giorni)

 

 

 

ANTI MORBILLO - PAROTITE - ROSOLIA (MPR)

A chi è consigliata?

Il vaccino è disponibile per tutti coloro che lo richiedono, in particolare per le categorie a rischio

 

Condizioni di rischio:

  • Immunodepressione con conta dei linfociti CD4 200/mL

  • Infezioni da HIV con conta dei linfociti T CD4+ 200/mL

  • Diabete

  • Malattie polmonari croniche

  • Alcoolismo cronico

  • Asplenia anatomica o funzionale e candidati alla splenectomia

  • Deficienza dei fattori terminali del complemento

  • Malattie epatiche croniche gravi

  • Insufficienza renale/surrenalica cronica

  • Soggetti riceventi fattori della coagulazione concentrati

  • Contatti di casi di morbillo

     

    Si raccomanda la vaccinazione di soggetti suscettibili conviventi con persone affette da immunodepressione severa, allo scopo di proteggere al meglio questi soggetti ad elevato rischio, in quanto per essi non è raccomandata la somministrazione di vaccini vivi attenuati.

 

ANTI EPATITE A

A chi è consigliata?

  • Soggetti di età superiore a 1 anno a rischio

  • Viaggi in aree a rischio (per i ragazzi di età fino a 14 anni offerta gratuita)

  • Uomini che fanno sesso con uomini (MSM)

     

    Condizioni di rischio:

  • Soggetti affetti da epatopatia cronica (in conseguenza della maggiore suscettibilità di tali pazienti per l’insorgenza di forme fulminanti)

  • Pazienti con coagulopatie tali da richiedere terapia a lungo termine con derivati di natura ematica

  • Tossicodipendenti

  • Contatti di caso di epatite A

 

 

ANTI EPATITE B

A chi è consigliata?

  • Soggetti a rischio

 

Condizioni di rischio:

  • Pazienti politrasfusi ed emofiliaci

  • Emodializzati e uremici cronici di cui si prevede l’ingresso in dialisi

  • Soggetti affetti da lesioni eczematose croniche o psoriasiche alle mani

  • Soggetti con infezione da HIV

  • Soggetti affetti da epatopatia cronica in particolare se correlata ad infezione da HCV (l’infezione da HBV potrebbe infatti causare un ulteriore aggravamento della patologia già in atto)

  • Tossicodipendenti

  • Soggetti con comportamenti a rischio di trasmissione sessuale (sex workers, omosessuali maschi)

  • Soggetti istituzionalizzati in centri per persone con disabilità fisiche e mentali

  • Conviventi con soggetti portatori HbsAg+

 

 

È fortemente raccomandata per alcune categorie, definite con apposito decreto del ministero della Sanità, a rischio di infezione:

  • conviventi e persone a contatto con soggetti HBs Ag positivi (cosiddetti portatori del virus epatite B);

  • soggetti vittime di punture accidentali con aghi o strumenti potenzialmente infetti

     

 

 

 

ANTI HAEMOPHILUS INFLUENZAE TIPO B

A chi è consigliata?

Categorie a rischio

 

Condizioni di rischio:

  • Asplenia anatomica e funzionale o soggetti in attesa di splenectomia in elezione

  • Immunodeficienze congenite o acquisite quali deficit anticorpale in particolare in caso di deficit della sottoclasse IgG2 o soggetti HIV positivi

  • Deficit del complemento

  • Soggetti riceventi trapianto di midollo o in attesa di trapianto di organo solido

  • Soggetti sottoposti a chemioterapia o radioterapia per il trattamento di neoplasie maligne

  • Portatori di impianto cocleare

 

 

ANTI HPV

A chi è consigliata?

Categorie a rischio

 

Condizioni di rischio:

  • Infezione da HIV

  • Uomini che fanno sesso con uomini (MSM)

 

 

 

ANTI HERPES ZOSTER

A chi è consigliata?

Per le categorie a rischio > 50 aa

 

Condizioni di rischio:

  • Cardiopatie croniche

  • Diabete

  • BPCO

  • Soggetti destinati a terapia immunosoppressiva

 

 

 

TipoDescrizioneData
File PDFVaccinazioni adulti copagamento12/06/2019

Data ultima modifica a questa pagina: 12/06/2019 - Funzione aziendale responsabile della pubblicazione: Ufficio Comunicazione