Degenza

 

Il personale delle Divisioni e dei Servizi

Chi sono

Operatori con competenze diverse: Medici, Caposala, Infermieri, Ostetriche, Tecnici di radiologia, Tecnici di laboratorio, Fisioterapisti, O.T.A., Ausiliari, ecc.. Ogni équipe di lavoro ha come responsabile il Primario che dirige e coordina le attività della U.O.. In ogni U.O. è presente il/la Capo Sala a cui spetta la responsabilità ed il coordinamento delle attività del Personale non medico (Infermieri, O.T.A., Ausiliari). Le U.O. si avvalgono anche della professionalità di:

  • dietista
  • tecnici sanitari
  • fisioterapisti
     

Come riconoscerli

Dal tesserino di riconoscimento provvisto di fotografia che ogni Operatore è obbligato ad esibire sulla divisa e dal colore della divisa.

  • DIVISA BIANCA: medici
  • DIVISA VERDE CHIARO: personale terapia intensiva, anestesisti
  • DIVISA BORDEAUX: personale medico ed infermieristico Pronto Soccorso
  • DIVISA AZZURRA: personale ausiliario
  • DIVISA BIANCA CON BORDO ROSSO: coordinatori infermieristici e tecnici
  • DIVISA BIANCA CON BORDO VERDE: infermieri
  • DIVISA BIANCA CON BORDO AZZURRO: OTA/OSS
  • DIVISA BIANCA CON BORDO GIALLO: personale della riabilitazione
  • DIVISA BIANCA CON BORDO BLU: tecnici sanitari
  • DIVISA VERDE: ostetrici
  • CAMICE AZZURRO: personale amministrativo

NELLE UU.OO è presente inoltre personale tirocinante riconoscibile dal tesserino che è obbligato ad esibire sulla divisa.
 

Cosa fanno

Collaborano per aiutarLa ad affrontare la malattia assistendoLa in tutte le attività necessarie ad accertare e curare la Sua malattia nel miglior modo possibile.
 

Quali doveri hanno

Hanno il dovere di:

  • trattarLa con premura ed attenzione rispettando la Sua dignità e le sue convinzioni, mettendoLa in condizione di esprimere i suoi bisogni nel rispetto della massima riservatezza
  • rivolgersi a Lei con educazione senza utilizzare appellativi o atteggiamenti confidenziali
     

Quali diritti hanno

Hanno il diritto al rispetto del loro lavoro e della loro persona.
 

ATTENZIONE

Per nessuna delle attività svolte è consentito al personale chiedere o accettare, a qualsiasi titolo, compensi o regali.
 


Le visite ai degenti

Orari feriali

  • pomeriggio - dalle ore 13.00 alle ore 15.00
  • sera - dalle ore 19.00 alle ore 20.15
     

Orari festivi

  • mattino/pomeriggio  - dalle ore 10.00 alle ore 16.00
  • sera - dalle ore 19.00 alle ore 20.15

Gli orari devono essere assolutamente rispettati ed il personale è autorizzato ad allontanare chiunque sia presente oltre l'orario di visita.
 

PERMESSI SPECIALI

Vengono rilasciati dal/dalla CapoSala o da Persona delegata

  • su richiesta a Famigliari di Persone di età inferiore ai 14 anni o superiore ai 65 anni (Legge Regionale nº48/’88)
  • in situazioni di particolare necessità
  • in caso di intervento chirurgico, limitatamente all’assistenza post-operatoria

Attenzione Il permesso speciale consente la presenza di un solo Parente. Eventuali "cambi" devono essere eseguiti o in orario normale delle visite o al cambio turno degli Operatori.

  • la presenza di personale estraneo adibito all’assistenza dei Degenti deve essere concordato con il/la Capo Sala
  • per salvaguardare il diritto alla riservatezza dei Degenti è vietato, anche alle persone munite di permesso, restare o sostare nella stanza durante la visita medica, la somministrazione della terapia o comunque contemporaneamente alla presenza di Personale di Servizio impegnato in attività assistenziali e/o alberghiere
  • è consigliabile ricevere soltanto 2 visitatori per volta per non disturbare gli altri ricoverati
  • è preferibile evitare l’accesso ai reparti dei bambini di età inferiore ai 12 anni sia per il rischio di trasmissione di malattie infettive che per situazioni di disagio che si potrebbero creare
     

La stanza di degenza

La stanza di degenza è il luogo dove Lei trascorrerà la maggior parte della sua giornata, con altre persone e dove potrà ricevere visite.
 

Quali sono i Suoi diritti

Ha diritto:

  • a vivere in un luogo pulito, ordinato, tranquillo
  • al rispetto da parte del Personale di regole che Le evitino situazioni imbarazzanti, lesive della sua dignità
  • al riposo
     

Quali sono i Suoi doveri

Ha il dovere:

  • di non disturbare gli altri degenti evitando rumori
  • di parlare a voce bassa anche durante la visita dei parenti
  • di non infastidire con il proprio comportamento le altre persone
  • di non apporre sui caloriferi accessori personali e sui davanzali delle finestre bottiglie o altri oggetti
  • di mantenere in ordine il letto, il comodino e l’armadietto
  • di collaborare non permettendo ai suoi visitatori di sedersi sul suo letto o su quelli non occupati
  • di facilitare l’allontanamento dei visitatori a conclusione orario visite
  • di non uscire dalla U.O. che La ospita, se non dopo aver chiesto il permesso agli operatori sanitari ed averli informati della sua destinazione che deve comunque trovarsi entro l'area dell'Ospedale
     

La dieta ospedaliera

I pasti

L’alimentazione fa parte integrante della Sua cura. Le raccomandiamo pertanto di seguire le indicazioni del Medico e del Personale infermieristico assumendo solo gli alimenti forniti dal Servizio cucina soprattutto se le Sue condizioni di salute hanno comportato la prescrizione di uno speciale regime dietetico. Quotidianamente il personale di reparto Le proporrà diversi piatti fra cui scegliere per i pasti del giorno successivo.Durante il Suo soggiorno le verrà fornito 1 litro di acqua al giorno, naturale o gassata a sua scelta.
 

Orari

  • colazione - ore 7.30 – 8.00
  • pranzo - ore 12.00
  • cena - ore 18.15
  • bevande calde - ore 15.00 - 15.30, ore 20.30 – 21.00
     

Attenzione

Alle Persone che prestano assistenza ai degenti le cui condizioni di salute siano tali da esigere la presenza continua del congiunto, è data la possibilità di usufruire del consumo del pasto alla mensa dell’Ospedale previo acquisto di buoni pasto all’Ufficio Cassa. Sulle modalità di accesso alla mensa rivolgersi al Capo-sala o al Personale infermieristico.
 


I servizi offerti

  • sono disponibili all’interno dell’ospedale alcuni distributori automatici di bevande calde, fredde e snack
  • Lei potrà acquistare quotidiani e riviste all’interno di ogni U.O., distribuiti giornalmente da un rivenditore autorizzato
  • negli spazi comuni sono a Sua disposizione apparecchi telefonici pubblici a moneta o a tessera.Telefoni pubblici trasportabili possono essere utilizzati, a richiesta, direttamente nelle stanze di degenza.Per il momento non è possibile ricevere telefonate dall’esterno. Solo nell’eventualità di comunicazioni urgenti il Personale provvederà ad informarLa della chiamata. Il Personale Sanitario non può fornire informazioni telefoniche sui ricoverati. E’ vietato l'uso dei telefoni cellulari in tutte le zone dove è espostoapposito divieto. Nella zona in cui l'uso è consentito devono essere utilizzati solo per effettiva per necessità nel rispetto delle norme elementari di convivenza
  • ad ogni paziente è assicurata l’assistenza religiosa Cattolica da un sacerdote che quotidianamente si reca nei vari reparti. Qualora Lei fosse praticante di un’altra religione potrà fornire al/alla Capo-sala le indicazioni per reperire il Ministro di culto richiesto
  • per la riscossione della pensione: durante la degenza in ospedale la persona a cui dovrà riferirsi è il/ la Capo Sala che provvederà a richiedere l’intervento del funzionario INPS per la sottoscrizione e l’autentica della Sua delega alla riscossione
  • presso il Presidio Ospedaliero di Chiari funziona 24 ore su 24 uno sportello Bancomat
  • presso gli uffici Cassa è possibile il pagamento con Bancomat e carta di credito
     

Avvertenze

Norme generali

Per disposizione di Legge, ma soprattutto per rispetto della salute propria e degli altri ricoverati è assolutamente vietato FUMARE in ospedale.

  • è vietato il consumo di BEVANDE ALCOLICHE (se non espressamente consentite dal personale medico) e di sostanze che possano interferire con i trattamenti terapeutici o accertamenti diagnostici
  • è obbligatorio per tutti RISPETTARE L’AMBIENTE e gli arredi evitando scritte su ogni tipo di parete, gettando carte, oggetti negli appositi portarifiuti
  • è vietato l’utilizzo di TELEFONI CELLULARI in tutte le aree segnalate, perché possono interferire con le apparecchiature elettromedicali
     

Regole per la custodia di oggetti di valore

L'azienda non risponde di denaro, di oggetti di valore e/o di protesi mobili, non presi in carico dal personale infermieristico e/o dal capo sala all'atto dell'accoglienza, secondo il protocollo stabilito dalla Direzione Aziendale in cui sono definite le regole di comportamento che il personale deve adottare. In caso di accesso alle prestazioni di PRONTO SOCCORSO, AMBULATORIALI, e di RICOVERO il personale ha l'obbligo di adottare comportamenti preventivi al riguardo che prevedono:

  • accertamento di presenza di protesi mobili (diretta o mediata dai famigliari) all'atto dell'accoglienza
  • presa in carico durante l'esecuzione di manovre diagnostico-terapeutiche (custodia e registrazione)
  • riconsegna all'utente e/o famigliari alla dimissione dall'ambulatorio o dal reparto
     

Comportamento in caso di emergenza

In tutte le Unità Operative sono esposte le planimetrie con l'indicazione dei comportamenti da tenere in caso di emergenza. E' importante prenderne preventivamente visione. In ogni U.O. è presente personale addestrato per la gestione delle situazioni d'emergenza. SE VIENE SEGNALATA UNA SITUAZIONE D'EMERGENZA:

  • attenersi alle indicazioni degli addetti all'emergenza
  • allontanarsi dal pericolo seguendo i percosi segnalati
  • se viene disposta l'evacuazione, raggiungere il punto di raccolta segnalato
  • mantenere la calma, non correre, non urlare e non ostacolare i soccorsi
  • non usare gli ascensori

Se si sviluppa un incendio nel locale in cui ci si trova

  • se non si è in grado di uscire da soli chiamare immediatamente il Personale della Unità Operativa
  • uscire dalla stanza chiudendo la porta per rallentare la propagazione dell'incendio e la diffusione di fumi e gas tossici
  • assicurarsi che non restino nel locale altri Utenti
  • avvisare immediatamente il personale dell'Azienda Ospedaliera
  • se il locale è invaso dal fumo, ricordarsi che l'unica aria respirabile si trova in basso: allontanarsi carponi, proteggendo, se possibile, la bocca con un panno inumidito
     

Ambulanze: il servizio di trasferimento ad altra sede

L'azienda effettua

Il trasporto protetto nel caso in cui il Medico della Divisione ritenga necessario:

  • il trasferimento per cura presso altro Presidio Ospedaliero od altra Azienda
  • l'esecuzione di indagini diagnostiche o trattamenti terapeutici non eseguibili nel Presidio in cui è ricoverato

Per il trasporto l'Azienda impiega mezzi e personale proprio oppure attiva organizzazioni di volontariato che hanno stipulato specifica convenzione. Nei casi specificati il trasporto non comporta alcun onere a carico dell'utente. Di norma: l’accompagnamento del parente è possibile solo a seguito dell’ambulanza, con mezzo proprio.
 

L'azienda non effettua

Il trasporto:

  • presso altri Presidi od Aziende non espressamente richiesti da un medico di Pronto Soccorso o della U.O. presso cui si è ricoverati
  • a domicilio al momento della dimissione

Qualora le condizioni cliniche per i casi sopracitati richiedessero il trasporto con ambulanza potete rivolgervi ad una delle Associazioni di volontariato operanti sul territorio.Gli eventuali indirizzi possono essere richiesti al Capo-sala o ad un suo sostituto. Nei casi specificati il trasporto è a carico del richiedente.
 


Permessi

Qualora durante la degenza per eccezionali ed inderogabili esigenze avesse la necessità di uscire dall'ambiente ospedaliero potrà richiederne il permesso, da usufruire nei tempi specificati. La concessione di tale permesso compete al Direttore della U.O. che provvederà al rilascio se non sussistono controindicazione cliniche.

Data ultima modifica a questa pagina: 22/06/2018 - Funzione aziendale responsabile della pubblicazione: Ufficio Comunicazione